LUIGI ULIVIERI

Curriculum Vitae

ulivieriArchitetto, urbanista. Laureato con il massimo dei voti e lode (110 e lode), consegue l’abilitazione alla professione di architetto nell’aprile 1976 a Firenze. Iscritto all’ordine degli architetti di Firenze al n. 1747 dal 1977. Svolge la sua carriera professionale all’interno dell’Amministrazione Provinciale di Firenze a partire dal 1971; dirigente dal 1988, a seguito di concorso, è stato responsabile del Settore Pianificazione Territoriale della Provincia di Firenze; dal 1996 Coordinatore dell’Area Ambiente e Territorio e poi Direttore / Coordinatore dell’Area Politiche del Territorio Ambiente e Agricoltura; dal 2004 Direttore Centrale Territorio; dal 2007 Presidente del Collegio di Direzione e Direttore Generale Sviluppo e Territorio; dal luglio 2009 al dicembre 2013 Direttore Generale. Da gennaio 2016 costituisce uno studio professionale che si occupa di progettazione urbanistica e architettonica, per opere pubbliche e private, fornendo servizi di progettazione integrata, implementati dalla ricerca e dalla sperimentazione, e caratterizzati dall’applicazione trasversale dei principi di sostenibilità ambientale, economica e sociale.
In qualità di esperto in pianificazione territoriale e urbanistica, è stato docente e conferenziere presso corsi di specializzazione in pianificazione e progettazione paesaggistica ed ambientale e professore a contratto alla Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università di Firenze.

Ha ricoperto il ruolo di:

Componente della Commissione preposta alla valutazione degli aspetti tecnici relativi alla costituzione della città metropolitana fiorentina
Componente del Comitato Standard Cartografici presso il Ministero della Funzione Pubblica
Responsabile del progetto MED-PLAN del programma dell’Unione Europea “MED-URBS”
Coordinatore Area Infrastrutture e Mobilità della COMET (Conferenza Metropolitana Fiorentina)
Coordinatore, progettista responsabile del primo Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (1998) della Provincia di Firenze
Presidente della Commissione provinciale dell’Albo Provinciale degli Imprenditori agricolo/professionali
Componente del gruppo di lavoro per l’attivazione della progettualità strategica per la trasformazione a banda larga del territorio provinciale fiorentino
Coordinatore responsabile del Progetto Parco Fluviale dell’Arno, dell’Attuazione del Piano di Bacino Fiume Arno nel territorio della Provincia di Firenze, e dell’Attuazione dell’Addendum all’Accordo procedimentale Tratta Alta Velocità FI/BO.
Componente dell’Osservatorio Ambientale per il sottoattraversamento ferroviario della città di Firenze per l’alta velocità
Presidente del Gruppo di Studio Tecnico intercomunale del Comitato di Garanzia per l’impatto ambientale del nuovo Aeroporto di Peretola a Firenze

Fa parte dell’Osservatorio Ambientale e Socio-economico per la variante di valico Bologna-Firenze. L’attività progettuale e di ricerca svolta, concretizzata in oltre 100 lavori (progetti e pubblicazioni a stampa) riguarda sostanzialmente i campi dell’architettura, dell’urbanistica e della pianificazione territoriale e paesaggistica. Tra l’altro ha ideato il progetto ”Briglie sull’Arno”, un progetto innovativo unico in Europa mirato a ripristinare 12 briglie sul tratto fiorentino dell’Arno (sulle pescaie che vanno da Incisa a Sant’Andrea a Rovezzano fino a San Niccolò e a Porto di Mezzo) che saranno anche trasformate in piccole centrali idroelettriche di ultima generazione.
Ha poi disegnato la riqualificazione delle sponde sull’Arno a Firenze, è all’origine del progetto di recupero dell’intero complesso di Sant’Orsola, nel quartiere di San Lorenzo è stato, dal 2009 al 2013, coordinatore e progettista del progetto per la risistemazione della Fortezza da Basso a Firenze, comprendente il ripristino dei bastioni del Sangallo mediante giardini pensili con vista sulla città. Tra le sue proposte ci sono l’utilizzo dei tracciati di alta velocità anche per il trasporto delle merci, che decongestionerebbe decisamente il traffico e, per Firenze, un sistema a guida vincolata, che utilizzerebbe per quasi il 50 per cento i tracciati Fs esistenti e poi si ricollegherebbe a tutto il sistema di trasporto su ferro nazionale e regionale. Ha svolto un’intensa attività di promozione culturale per progetti, ricerche, iniziative editoriali e mostre sui temi della città, del paesaggio e dell’urbanistica. È stato Direttore responsabile della collana “AD ARNUM” – Quaderni della Direzione Generale della Provincia di Firenze – Franco Angeli Edizioni Milano.
È stato Presidente del Comitato tecnico-scientifico dell’Istituzione Parco Mediceo di Pratolino. Dal 2008 è Accademico d’Onore nella Classe di Architettura dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze.
Da luglio 2014 è Presidente della Fondazione del Museo della Ceramica di Montelupo Fiorentino.

logogrande